News / Il racconto della Domenica

Jan 28

Catia Capobianchi, “Caffe’ doppio”

di Catia Capobianchi ”Caffè doppio” «Buongiorno!»«Buongiorno!», rispose il barista.«Vorrei un caffè doppio!»«Sì certo subito, un bel caffè corretto!», attestò il barista.«No, scusi!»«Prego?», domandò indifferenze il barista, celando un'inquietante impazienza.«Non ho... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 28/01/2018

Jan 21

CERCANDO LA FELICITA’

di Catia Capobianchi «Eccomi qua, seduta sulla riva del mare a guardare le onde che galoppano a ritmo sfrenato; come guerrieri impavidi si lanciano verso la costa, trascinando con sé i resti dell’odio, del rancore, di un amore sofferto, odiato, amato, rincorso e perso. Cuori spezzati si riversano sulla sabbia in cerca della loro metà. Lacrime piovono sui sassi, che alla... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 21/01/2018

Jan 14

LA NOTTE DEI SOLI

di Duilio Parietti Vesna Raffaelli odia il suo nome. Per questo ha deciso di chiamarsi Fiorella. D’altra parte, quando arrivi al momento in cui capisci il nome che porti, ce l’hai già sulle spalle da diverso tempo, buttato lì da qualcun altro. Ecco perché poi si fanno queste scelte, basta avere un po’ di coraggio. Nella sua vita c’è una... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 14/01/2018

Jan 07

LA SINDROME DI OTELLO

di Catia Capobianchi «È finita!» «Cosi senza una parola?» «Sì così!» «E poi?» «Se n’è andato!» Clara rimase a guardarmi sconcertata. Gli era impossibile credere che per l'ennesima volta, fossi stata mollata. Me ne stavo con la testa china a osservare la sua foto. Franco me la diede dopo una... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 07/01/2018

Dec 31

SALVATORE MELA: MALINCONICA ALLEGRIA

di Ena Villani Nel 1989 insieme ad altri pittori, partecipai ad una mostra-soggiorno organizzata dall'Italart di Lodi in Sardegna, a Castelsardo, nel Sassarese. Il villaggio turistico "Pedraladda" era ridente e piacevole.Di giorno,mare o piscina, la sera, la classica animazione vacanziera. Un altoparlante diffondeva musica da ballo, argutamente commentata dal Dj Salvatore Mela. Era solo una... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 31/12/2017

Dec 24

MIO PADRE: UFFICIALE E GENTILUOMO

di Cristina Perilli Mio padre non era bello come Richard Gere in "Ufficiale gentiluomo", ma era un ufficiale e un vero gentiluomo.Quando mia madre lo conobbe, prestava servizio come ufficiale medico nell’aereonautica militare.A quei tempi un uomo, per uscire con una ragazza, doveva chiederne il permesso ai genitori.Così fece mio padre.Per andare a parlare con i futuri suoceri,... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 24/12/2017

Dec 17

CERCANDO LA FELICITA'

di Catia Capobianchi «Eccomi qua, seduta sulla riva del mare a guardare le onde che galoppano a ritmo sfrenato; come guerrieri impavidi si lanciano verso la costa, trascinando con sé i resti dell’odio, del rancore, di un amore sofferto, odiato, amato, rincorso e perso. Cuori spezzati si riversano sulla sabbia in cerca della loro metà. Lacrime piovono sui sassi, che alla... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 17/12/2017

Dec 10

ADRIANA DIOTALLEVI: ANGELO

di Adriana Diotallevi Il tuo angelo è quassù,seduto sul baglioredell'ultimo tramonto,dove tutto è meno nitidoe non c'è confinetra l'orizzonte e il mondo.È qui che puoi volgere lo sguardoquando tutto sembra perso.Ma a guardare bene,quell'angelo non s'è mai mosso.È sempre stato lì,lì, dentro te stesso. © RIPRODUZIONE RISERVATA... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 10/12/2017

Nov 26

IL MESSAGGIO

di Catia Capobianchi Quel giorno vidi che le lancette dell’orologio, presero a girare in senso antiorario; sapevo che mi avrebbe chiamato, e che non avrei potuto fuggire, ma non volevo accettare un compromesso che tempo addietro timbrò la mia vita. Era un tardo pomeriggio di gennaio e nonostante non avessi fame, preparai della pasta in bianco per colmare il vuoto che si... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 26/11/2017

Nov 12

COME CORIANDOLI DAL CIELO

di Maria Lidia Petrulli L’immagine di quella scrivania di fianco alla finestra è stata per anni l’ouverture di molti dejà vu. Sul suo piano in noce scuro rosicchiato dai tarli, i giorni vi depositavano il loro fardello di eventi, speranze e sogni, che adesso sfilano davanti a me come fantasmi su una giostra. Appollaiata sulla sedia, vi litigavo col numero otto e... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 12/11/2017

Nov 05

FARA E IL SUO CAPPELLO

di Maria Lidia Petrulli   Bisogna trovare Il proprio sogno Perché la strada diventi facile. Ma non esiste un sogno perpetuo. Ogni sogno cede il posto A un sogno nuovo, e non bisogna volerne Trattenere alcuno.  H. Hesse CAPITOLO I   «Donna Filippa, che piacere rivedervi, gira voce che stavate poco bene». «Salute a voi, compare Giuseppe.... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 05/11/2017

Oct 29

STEFANIA CHIAPPALUPI E “L’USIGNOLO E OCCHI DI CIELO”

"L’USIGNOLO E OCCHI DI CIELO" edito dalla MReditori “L’usignolo e occhi di cielo”, tratto in parte da avvenimenti realmente accaduti a Roma e Napoli, racconta la storia della giovane Caterina, primogenita di cinque figli di un’ umile famiglia romana, che durante gli anni del fascismo viene costretta ad abbandonare gli studi prematuramente per contruibire al... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 29/10/2017

Oct 22

FABIO STRINATI, TRA POESIA E LIBRI

UN RICORDO Ho acceso su questa chiatta, un ricordo natoper frugare. Ho mentito al tempo, assaporato l’animache vive una somma di vite;compreso come il nulla sia un canestrodi moltitudini vicine e lontane. Ho spalancato al mio pensiero in brandelli,un cerchio irregolare. Un istante,vissuto poco o nulla e una frase irretitaFinita nel suo foglio tra le pieghe... L’unico ricordo, è... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 22/10/2017

Oct 15

IO E LE MIE SCARPETTE ROSSE

di Cetty Cannatella  ”Io e le mie scarpe rosse” C'era una volta una bambina, amava da morire il rosso.La mamma le comprò un cappottino del suo amato colore, lei lo metteva con orgoglio. Camminava e saltellava, felice di stare dentro il cappotto. Ma ahimè un giorno lo perse mentre era al circo...Lo aveva tolto perché c'era caldo...E non lo trovò... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 15/10/2017

Oct 08

ROSELLA LUBRANO E “L’ISOLA DI ROSE”

di Rosella Lubrano “L' ISOLA DI ROSE” Odore di mirto selvatico e zagare in fiore...la mia isola mi accoglieva così, sensazioni che mi avvolgevano ogni estate, quando arrivavo carica di valige e di sogni.Sì, sogni, quelli non bastavano mai a farmi pregustare giorni indimenticabili e , chissà, pieni di aspettative.Camminavo per ore sulla battigia dorata col... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 08/10/2017

Oct 01

PIERMICHELE: PELLE IL ROSSO

di Andrea Polo All’anagrafe era nato Piermichele, ma per noi amici e in fondo per tutti, persino per i professori, era e sarà sempre Pelle. Pelle il rosso, Pelle il lentigginoso, Pelle il furbo, Pelle il sorridente, Pelle il latin lover, Pelle quello che somiglia come una goccia d’acqua a Rick Astley. Pelle l’amico.Ci incontrammo in un’aula del ginnasio che prima... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 01/10/2017

Sep 17

"IL CANCELLO NUMERO SEI" DI DAVID GIACANELLI

“Il cancello numero sei” di David Giacanelli Il mio ricordo risale a parecchi anni fa. Comincia con una giornata estiva, svegliato da mia madre che con movimenti ruvidi e veloci mi sprona ad alzarmi. In cucina sta sferruzzando da un bel po’. Ha già confezionato dell’ottima pizza bianca, infarcita di fichi freschi tagliati con geometrica precisione. Le pizze si... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 17/09/2017

Sep 10

GIONATA DI CICCO, INCANTA CON "CROMOSOMA P"

di Roberto Dall'Acqua Gionata Di Cicco, in arte Indaco, ci spiega il contenuto del suo romanzo "Cromosoma P". Gionata come mai hai pensato di scrivere "Cromosoma P"?<<Cromosoma P nasce circa dieci anni fa, un'intuizione di un uomo di 32 anni. Ero seduto sul davanzale di una finestra, fuori c'era il sole e dei bellissimi alberi proiettavano la loro ombra su un prato molto verde,... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 10/09/2017

Sep 03

"CAMPANE A MORTO" DI HELENA MALACHOVA

di Helena Malachova "Campane a morto" Respiro, cammino.Socchiudo gli occhi di fronte all'impeto di raggi di una stella chiamata Sole.Le nuvolette bianche giocano sullo sfondo cilestre e mi viene un tarlo:Sarà il coperchio di una scatola quell'azzurro macchiato?La proiezione di un film?Sono quinte gli alberi e i fiordalisi e il tappetino di dente di leone?L'udito percepisce strilli... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 03/09/2017

Sep 03

RITA LO MONACO: "MIO PADRE"

di Rita Lo Monaco Mi torna in mente mio padreanche se è sempre con me ti amo papà" MIO PADRE "Come vorrei sentire ancora" ciao piccola "mi mancano le tue ginocchiadove accoccolata stavo beata, mi raccontavi di te " del tuo mondo di fiabe. Da anni non sei più molti per contarli,tenui ricordi sbiaditidal tempo,la tua immagine si fermatra le brume di un lungosentiero,l'eco... continua »

News » Il racconto della Domenica - Sede: t | 03/09/2017